IT,Assinform:settore in crisi,calo del 9% in primo semestre 2009

martedì 29 settembre 2009 15:05
 

di Diana Bin

MILANO (Reuters) - La crisi economica ha investito il settore dell'Information technology italiano che, nel primo semestre 2009, ha visto un calo del 9%, facendo temere la perdita di 20.000 posti di lavoro entro la fine dell'anno.

E' quanto emerge dal rapporto Assinform sul settore delle Ict in Italia presentato oggi a Milano, in cui si sottolinea come questa sia la peggiore performance semestrale per le IT dal 1991 ad oggi.

"Il quadro è allarmante: fotografa un paese che sembra stia decisamente rinunciando a investire in innovazione e, di fronte alla crisi, ripiega su se stesso", ha dichiarato il presidente di Assinform Paolo Angelucci commentando i dati. "Le nostre stime indicano che, con questo trend, a fine anno saranno 20.000 i posti di lavoro persi", ha aggiunto, sottolineando che "in questo settore, l'occupazione non soltanto è "un termometro forte rispetto ai ricavi", ma anche "il valore principe delle nostre imprese".

La performance dell'IT combinata a quella del settore delle telecomunicazioni -- che ha visto un calo del 2,5% -- ha portato ad una contrazione del mercato aggregato delle Ict (Informatica e telecomunicazioni) pari al 4,5% nel primo semestre 2009: un arretramento molto più consistente rispetto a quella dello 0,6% registrata nel primo semestre del 2008.

PROPOSTE PER LIMITARE I DANNI

Per limitare i danni, Assinform ha formulato sei proposte attuabili nel breve periodo.

Innanzitutto, ha spiegato Angelucci, l'associazione chiede agli istituti bancari di "aiutare le imprese a mantenere l'occupazione" e di "rafforzare il credito all'innovazione" finanziando le aziende che hanno previsto nel loro budget lo sviluppo di nuovi progetti IT.

Secondo l'indagine congiunturale Assinform -- che ha messo a confronto le risposte di un campione di aziende a febbraio e a luglio -- queste sono aumentate di circa il 25%.   Continua...

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Robert Galbraith (UNITED STATES BUSINESS SCI TECH)</p>