Edilizia verde, Silicon Valley reinventa i mattoni "poveri"

mercoledì 23 settembre 2009 15:57
 

di David Lawsky

NEWARK, Usa (Reuters) - Dimenticate i microchip.

Silicon Valley prevede un futuro di guadagni dai semplici mattoni, grazie a un processo di produzione a basso consumo energetico che conferma la vocazione ecologica del capitale tecnologico Usa.

La Calstar Products che produce mattoni, è ricca di laureati specializzati e sostenuta da capitali di ventura la cui visione è quella di realizzare edifici meno costosi, in un modo che faccia risparmiare energia.

"Pensiamo sia giunto il momento per una seconda rivoluzione industriale", dice Paul Holland, partner a Foundation Capital, che ha investito 7 milioni di dollari in Calstar. EnerTech Capital ha condotto un secondo giro che ha raccolto 8 milioni di dollari per questa attività.

"Noi con altre decine di persone stiamo cercando di creare alternative verdi per tutto quel che avviene nel settore dell'edilizia", dice Holland.

Al momento circa il 40% del consumo energetico Usa avviene per il riscaldamento, la refrigerazione e le attività generali degli edifici.

Silicon Valley sta trovando formule high-tech di materiali che durino, puntando al calcestruzzo che consuma anidride carbonica, finestre che isolano meglio dei muri, materiali alternativi al legno.

Il campo è ancora nuovo. Gli investimenti di ventura in edifici ecologici si sono diradati con la recessione ma hanno coinvolto lo scorso anno 45 accordi per un totale di 350 milioni di dollari, secondo le stime di Cleantech Group Llc.   Continua...

 
<p>I mattoni della Calstar Products. REUTERS/David Lawsky (UNITED STATES SCI TECH)</p>