Pubblicità online, avvocato corte Ue a favore Google contro Lvmh

martedì 22 settembre 2009 10:23
 

LUSSEMBURGO (Reuters) - Un consulente della Corte di giustizia europea oggi ha sostenuto Google nell'ambito di un caso di pubblicità online che vede coinvolto il produttore di prodotti di lusso LVMH, dicendo che la società di ricerche sul web non ha infranto i diritti relativi al marchio registrato.

"L'avvocato generale Poiares Maduro ritiene che Google non abbia infranto i diritti di proprietà consentendo agli inserzionisti di acquistare parole chiave corrispondenti a marchi registrati", dice la Corte di giustizia europea in un comunicato.

Il caso mira a stabilire se Google abbia il diritto di vendere nomi di marchi per la pubblicità che si accompagna a ricerche su Internet.

Società come catene che vendono scarpe, per esempio, pagano Google in modo che il loro nome appaia accanto a risultati di ricerche su Internet di un marchio di scarpe che vendono.

Louis Vuitton e altri sono contrari a questa forma di pubblicità dal momento che produttori di imitazioni hanno approfittato di quei marchi nelle ricerche online per attirare clienti.

La corte di Lussemburgo in genere segue l'opinione dei suoi avvocati.

 
<p>La sede Google di Zurigo. REUTERS/Christian Hartmann (SWITZERLAND BUSINESS SCI TECH)</p>