Usa, Microsoft denuncia cinque società per "malvertising"

venerdì 18 settembre 2009 13:40
 

ROMA (Reuters) - Microsoft Corp ha depositato ieri a Seattle cinque denunce contro sospetti "malvertisers".

Con il termine "malvertising" si intende l'attività di chi usa pubblicità online che danneggia i computer, nascondendo codici maligni dietro quelli che sembrano innocui annunci pubblicitari, scrive nel suo blog Tim Cranton, uno dei membri del Consiglio generale di Microsoft.

"Le denunce sono dirette contro gli individui che si nascondono dietro nomi quali "Soft Solutions", "Direct Ad", "qiweroqw.com", "ITmeter Inc" e "ote2008.info" e che si sono serviti di finti ban pubblicitari per diffondere software infetti o per presentare siti ingannevoli che installano programmi trappola detti "scareware", all'insaputa dell'ignaro navigatore", ha spiegato Cranton.

Il dirigente ha aggiunto che i nomi dei singoli responsabili di queste attività al momento sono sconosciuti, ma che le denunce sono state depositate proprio per scoprire la loro identità.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Rick Wilking (UNITED STATES)</p>