Google annuncia revisione di servizio ad exchange DoubleClick

venerdì 18 settembre 2009 13:31
 

di Alexei Oreskovic

SAN FRANCISCO (Reuters) - Google ha annunciato una profonda revisione del servizio di ad exchange DoubleClick, acquistato l'anno scorso, un passo importante per il progetto del colosso dei motori di ricerca di estendere la propria attività pubblicitaria al mercato delle pubblicità grafiche, i display ad.

Google ha rilevato DoubleClick per oltre 3 miliardi di dollari a marzo 2008, nella speranza di integrare la redditizia attività di vendita di spazi pubblicitari text-based -- che compaiono insieme ai risultati delle ricerche -- con le pubblicità grafiche di maggiore impatto visivo utilizzate nelle campagne di corporate branding, un mercato dominato dai rivali online Yahoo e Aol, di Time Warner.

Gli ad exchange rivestono un ruolo sempre più importante nel settore pubblicitario online, in quanto forniscono agli editori una piattaforma online in cui vendere gli spazi pubblicitari rimasti invenduti agli inserzionisti che offrono di più, funzionando in modo simile ad un'asta.

Il mercato della pubblicità online è diventato più frammentato dal momento che gli utenti di internet passano più tempo sui social network e sui blog piuttosto che sui portali e altri siti web di destinazione.

Con l'annuncio di ieri, Google combinerà per la prima volta il servizio di ad exchange di DoubleClick con la propria tecnologia e il proprio servizio pubblicitario.

"Vogliamo rendere le pubblicità grafiche più accessibili e aperte possibili, come sono oggi le inserzioni sui motori di ricerca", ha detto Neil Mohan, vice presidente del product management di Google, nel corso di un'intervista con Reuters.

Mohan ha spiegato che la nuova versione dell'ad exchange di DoubleClick prevede degli strumenti che consentiranno agli inserzionisti di definire meglio il target di riferimento a cui indirizzare gli annunci pubblicitari e di monitorare i risultati.

Inoltre Google collegherà DoubleClick ai suoi sistemi di aste pubblicitarie -- AdWords e AdSense -- ampliando significativamente il numero di utenti che potranno accedere al servizio.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Robert Galbraith (UNITED STATES SCI TECH BUSINESS)</p>