Petizione eBay invita Ue a impedire blocco vendite online

giovedì 17 settembre 2009 17:10
 

BRUXELLES (Reuters) - Oltre 700.000 utenti di eBay hanno firmato una petizione invitando le autorità di regolamentazione dell'Unione europea in materia di antitrust per impedire alle società di bloccare le vendite on-line di loro prodotti.

Lo ha reso noto oggi il sito di aste su Internet.

La Commissione europea, autorità garante della concorrenza nell'Ue, sta mettendo a punto un regolamento sugli accordi di distribuzione tra produttori e rivenditori che sostituirà le linee guida in scadenza a maggio 2010.

Gli esperti in materia di antitrust sostengono che le regole proposte rendono più chiaro il quadro normativo per le compagnie di vendita online come eBay e Amazon.com, in disaccordo con i proprietari dei marchi che cercano di difendere la propria immagine ed esclusività.,

Le parti interessate hanno tempo fino al 28 settembre per rispondere alle proposte.

"Tramite questa petizione online la nostra comunità di utenti sta chiedendo ai legislatori di modificare la legge europea sulla concorrenza per impedire queste pratiche commerciali sleali", ha detto in una nota Alex von Schirmeister, direttore generale di eBay.

I sistemi di distribuzione restrittivi messi in atto da alcune compagnie che vendono prodotti di marca, spesso portano all'imposizione di prezzi più elevati ai clienti, sostiene eBay.

La maggior parte dei 752.605 utenti di eBay che hanno firmato la petizione lanciata a luglio, provengono da Gran Bretagna, Francia e Germania. La petizione è aperta fino al 28 settembre.

 
<p>Il sito di eBay. REUTERS/Mike Blake (UNITED STATES BUSINESS)</p>