Marvell prevede esplosione smartphone in mercato cellulari

venerdì 11 settembre 2009 11:50
 

di Doug Young

DALIAN, China (Reuters) - Marvell Technology, uno dei cinque principali designer di chip al mondo, si aspetta che gli smartphone facciano la parte del leone nel mercato globale dei cellulari nei prossimi sei anni, mentre i prezzi calano vistosamente per via dello sviluppo di nuove tecnologie.

Lo sviluppo di nuovi chip sofisticati a basso costo, uniti a software più economici come il sistema Android di Google, potrebbe far scendere i prezzi degli smartphone sotto i 100 dollari entro il prossimo anno, un ridimensionamento che favorirebbe decisamente le vendite, secondo l'amministratore delegato di Marvell Sehat Sutardja.

Una di queste nuove tecnologie, la piattaforma open source OPhone di Marvell per gli smartphone, dovrebbe garantire all'azienda californiana una bella fetta di un mercato già in prepotente espansione.

Sutardja ha detto di attendersi che gli smartphone possano rappresentare circa il 60-70% del mercato globale dei cellulari nei prossimi sei anni -- in deciso rialzo rispetto al 16% previsto per il 2010, stando almeno ai dati dell'Idc.

"Al momento è ancora un segmento piccolo, ma è una straordinaria opportunità", ha detto Sutardja, di etnia cinese, nato in Indonesia ma ora residente negli Usa, in un'intervista a Reuters a margine del World Economic Forum tenuto nella città di Dalian, nel nordest della Cina.

L'azienda americana ha passato molto tempo in Cina ultimamente, un periodo culminato con l'annuncio dell'accordo con il principale operatore di telefonia mobile cinese, China Mobile,che sarà il primo ad utilizzare la piattaforma OPhone.

"Se consideriamo un mercato rappresentato per il 60% dagli smartphone, e prevediamo 1,5 miliardi di cellulari venduti globalmente nei prossimi tre anni, allora stiamo parlando di circa 900 milioni di unità", ha detto Sutardja. "Il mio obiettivo è di raggiungere, in meno di cinque anni, una buona quota di mercato, tenendo conto del numero di persone che ne fanno parte".

Al momento le aziende che utilizzano telefoni dotati di OPhone sono ancora marchi poco affermati nel settore, come Dell che, pur essendo un colosso nel settore dei pc, rappresenta un marchio nuovo nel settore dei dispositivi mobili.

Sutardja ha rivelato, però, che operatori internazionali in Asia, Europa e Stati Uniti, stanno osservando con interesse i telefoni su base OPhone. La divisione mobile dell'americana AT&T, infatti, ha deciso di utilizzare la piattaforma di Marvell per la sua rete.

 
<p>Sehat Sutardja, presidente e amministratore delegato di Marvell Technology Group. la foto &egrave; stata scattata a New York nel maggio scorso. REUTERS/Brendan McDermid</p>