Usa, Ftc: Google garantisca privacy utenti per libri digitali

venerdì 4 settembre 2009 10:21
 

di Diane Bartz

WASHINGTON (Reuters) - Google dovrebbe sviluppare una politica di privacy in relazione al suo progetto di digitalizzare milioni di libri, una politica che limiti l'utilizzo dei dati personali dei lettori. Lo ha reso noto, tramite una lettera indirizzata all'azienda, la Federal Trade Commission.

Il progetto del colosso dei motori di ricerca di allestire delle vere e proprie biblioteche digitali è stato bloccato da una disputa legale per violazioni del copyright intentata dall'organizzazione Authors Guild e dalle case editrici. Un tribunale dirimerà la questione nella seduta del prossimo sette ottobre.

L'accordo è stato attaccato da diverse angolazioni, una delle quali riguardava proprio la preoccupazione che la privacy di coloro che volessero leggere un libro tramite Google potesse essere compromessa.

In una lettera indirizzata ieri all'azienda americana, e postata sul proprio sito ufficiale, la Federal Trade Commission ha invitato il colosso dei motori di ricerca a sviluppare una nuova politica di privacy sui propri libri elettronici e a focalizzare l'attenzione sulla "limitazione di usi secondari dei dati personali raccolti tramite Google Books, compresi gli usi che possano essere contrari alle ragionevoli aspettative dei consumatori".

Tra gli usi secondari rientra, per esempio, l'utilizzo dei dati sulle preferenze degli utenti per promuovere pubblicità ad hoc.

"Siamo convinti che sia importante che Google sviluppi una nuova politica di privacy, in particolar modo per Google Books, che si applichi ai prodotti attuali, che sottolinei anche l'impegno per un'applicazione su futuri servizi, ma che mantenga l'impegno profuso nell'attuale politica di privacy", ha scritto David Vladeck, direttore del Bureau of Consumer Protection della Ftc.

In un altro comunicato, il capo della Ftc Jon Leibowitz ha assicurato che l'agenzia farà pressioni affinché la privacy dei clienti venga rispettata.

"L'iniziativa Google Books può apportare notevoli benefici ai consumatori, ma rappresenta anche una sfida per la difesa della privacy, per via della grande quantità di dati che potrebbe essere raccolta".   Continua...

 
<p>Un ragazzo passa davanti alla sede di Google a Zurigo. REUTERS/Christian Hartmann</p>