Tv, Murdoch: governi si tengano fuori da mondo informazione

martedì 25 agosto 2009 08:21
 

RIMINI (Reuters) - Nessun intervento diretto sulle questioni italiane, ma una frecciatina sulle polemiche di queste settimane in campo televisivo si può rilevare nella parte finale dell'intervento di James Murdoch al Meeting dell'amicizia in corso a Rimini.

Il figlio del magnate australiano dell'informazione, che è presidente e Ad della News Corporation Europa ed Asia ed era al suo primo intervento pubblico in Italia, ha chiesto infatti ai governi di tenersi fuori dal mondo dell'informazione a meno che non si tratti di dover difendere i diritti dei consumatori.

"Le leggi, le imposte, le norme sono uno strumento. L'uso eccessivo finisce per ledere l'informazione. Crediamo si debba mantenere il pluralismo e la libertà di scelta e occorre una disciplina dei governi per tenersi fuori a meno che non si leda la libertà del consumatore", ha detto Murdoch rispondendo ad una domanda del conduttore dell'incontro.

In precedente il giovane dirigente della NewsCorp aveva detto che "il trionfante ritorno dello statalismo è qualcosa contro il quale dobbiamo realizzare la nostra tutela".

 
<p>James Murdoch, figlio del magnate Rupert e ad di Sky. REUTERS/Dylan Martinez</p>