Ricerca lavoro in tempo di crisi passa da LinkedIn e Twitter

mercoledì 12 agosto 2009 14:02
 

LOS ANGELES (Reuters) - La ricerca del lavoro ai tempi della recessione passa per cellulari e social network.

Dall'inizio della crisi, nel dicembre 2007, sono circa 6,7 milioni i lavoratori che hanno perso il posto, secondo le statistiche più recenti.

Nel frattempo, la popolarità dei siti di social networking come Facebook, LinkedIn e Twitter - usati da milioni di utenti ogni giorno - è letteralmente esplosa. E, oltre a trasformare il panorama socio-culturale, i siti del genere stanno cambiando anche il processo di job-seeking, permettendo ad un numero sempre maggiore di persone di connettersi con i potenziali datori di lavoro, promuovere le proprie competenze, creare gruppi di sostegno e cercare inserzioni e contatti.

"La tecnologia dei cellulari e i social network hanno cambiato le modalità di ricerca del lavoro", spiega Susan Joyce, di Giobbe-Hunt.Org, un sito che offre suggerimenti per la ricerca di lavoro online. "Non c'è più bisogno di rimanere incollati al cellulare o al computer di casa".

Grazie ai dispositivi portatili sempre più diffusi, qualsiasi aspirante candidato che abbia una connessione a Internet o uno smartphone può compilare il suo curriculum, visualizzare le inserzioni di lavoro e contattare i potenziali datori mentre è fuori casa.

Secondo Joyce, uno dei modi più sicuri per compilare un curriculum online è creare un profilo su LinkedIn, popolare sito di business networking che consente di pubblicare le proprie competenze, la storia lavorativa, gli obiettivi professionali e il contatto che si vorrebbe.

L'operazione - aggiunge - si può fare tramite il Blackberry di Research in Motion o l'iPhone di Apple.

"Il profilo su LinkedIn è veramente il curriculum del futuro", spiega Joyce.

USARE LA CREATIVITA'   Continua...