Usa, primo pacemaker wireless regala nuova libertà a paziente

lunedì 10 agosto 2009 10:05
 

di Ben Gruber

NEW YORK (Reuters) - Dopo aver fatto affidamento su un pacemaker per 20 anni, Carol Kasyjanski è diventata la prima persona al mondo a ricevere un pacemaker wireless che permette al suo medico di monitorare la sua salute da lontano.

Quando Kasyjanski arriva all'ospedale St. Francis a Rosyln, New York, per un controllo di routine, circa il 90% del lavoro è già stato fatto, perché il medico può vedere i dati relativi alla sua paziente direttamente dal computer.

Tre settimane fa Kasyjanski, 61 anni, è la prima persona al mondo a cui è stato impiantato un pacemaker con un sistema di monitoraggio wireless in grado di trasmettere le informazioni fondamentali al suo medico via internet.

Kasyjanski, che soffre di una grave malattia cardiaca da oltre 20 anni, ha detto che il dispositivo le ha dato nuova fiducia e gioia di vivere, perché se il suo pacemaker dovesse rompersi, solo un intervento immediato potrebbe salvarle la vita.

Il dottor Steven Greenberg, direttore del centro Aritmia e Pacemaker dell'ospedale St. Francis, ha detto che la nuova tecnologia lo aiuta a curare meglio i pazienti e che probabilmente diventerà il nuovo standard per i pacemaker.

Ha spiegato che il server e il monitor remoto comunicano almeno una volta al giorno per scaricare le informazioni rilevanti e segnalare al medico eventuali anomalie.

"Se c'è qualcosa di anomalo ... il sistema chiama il medico responsabile anche alle due del mattino, se necessario", ha detto.

Il pacemaker wireless, prodotto dalla St. Jude Medical, ha ricevuto l'approvazione della Fda a luglio.

 
<p>Usa, primo pacemaker wireless regala nuova libert&agrave; a paziente. REUTERS/HO</p>