Usa, aziende non dovranno dare dati segreti Internet a governo

domenica 9 agosto 2009 13:30
 

WASHINGTON (Reuters) - I provider di telecomunicazioni non dovranno fornire al governo informazioni segrete e dati sulla velocità di Internet per il programma di mappatura della banda larga usata negli Stati Uniti e fornire a più persone collegamenti veloci.

Il Dipartimento Usa per il Commercio ha annunciato che le aziende come Verizon Communications Inc, Comcast Corp e AT&T Inc non dovranno far sapere quanto danaro guadagnano da ogni utente di Internet. Nè quanto velocemente funzionino le loro connessione Internet.

Dovranno invece fornire informazioni per isolati, in genere una dozzina di abitazioni per isolato. Dovranno inoltre comunicare il tipo di velocità che pubblicizzano. Le aziende non vogliono fornire queste informazioni perchè non vogliono metterle a disposizione della concorrenza.

Ma non renderle pubbliche permette alle aziende di pubblicizzare, e far pagare, qualcosa che spesso non sono in grado di fornire, dice Joel Kelsey, analista delle politiche sulle telecomunicazioni del gruppo di tutela diritti Consumers Union.

"Le attuali velocità fornite in alcune aree semplicemente non corrispondono. Il governo dà molto e in cambio riceve molto poco", dice Kelsey.

Le aziende che vendono servizi di collegamenti Internet invogliano gli utenti pubblicizzando il livello massimo di velocità del servizio. ma le connessioni possono essere molto più lente, specie se ci sono molti utenti collegati contemporaneamente.

L'American Cable Association ed altri gruppi che rappresentano le società si erano opposte ad alcune norme prima che il governo chiarisse la sua linea di condotta in materia di comunicazione dei dati.

 
<p>Usa, aziende non dovranno dare dati segreti Internet a governo. REUTERS/Bazuki Muhammad</p>