Attacchi di hacker bloccano Twitter e rallentano Facebook

venerdì 7 agosto 2009 08:22
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Twitter e Facebook hanno sofferto ieri di problemi tecnici a causa di attacchi messi in atto da hacker, rilanciando l'ipotesi che ci sia un piano preordinato contro le più popolari reti di social network.

Gli attacchi, avvenuti un mese dopo che il sito della Casa Bianca era stato preso di mira in un episodio analogo, hanno lasciato milioni di utenti nell'impossibilità di diffondere i messaggi che molti ritengono parte della loro vita quotidiana.

Gli episodi hanno anche evidenziato la vulnerabilità di sistemi cresciuti rapidamente come quelli del social networking, sbandierati come nuovi potenti strumenti di politica per contrastare censura e autoritarismo.

Twitter, che permette di inviare messaggini di 140 battute come microblog, secondo un post pubblicato ieri dal suo co-fondatore Biz Stone preferisce non fare ipotesi sulle ragioni dell'intrusione malevola che ha bloccato il sito rendendolo inattivo per diverse ore ieri mattina.

Membri di Facebook, principale sito di social network del mondo con oltre 250 milioni di utenti attivi, hanno riscontrato ritardi nell'invio e nella pubblicazione di loro contenuti. Come Twitter, anche Facebook ha detto che i problemi sembrano esser stati causati da un attacco chiamato "negazione del servizio", una tecnica con cui gli haker sovraccaricano i server con un grosso volume di richieste.

Quando Twitter è ripartito, molti dei primi messaggi diffusi lamentavano proprio il guasto subito.

 
<p>Attacchi di hacker bloccano Twitter e rallentano Facebook. REUTERS/Michael Caronna</p>