Scoperta falla Mac, permette ad hacker di rubare dati criptati

giovedì 30 luglio 2009 10:15
 

LAS VEGAS (Reuters) - Un esperto di sicurezza Mac ha scoperto una tecnica che potrebbe essere usata dagli hacker per introdursi nei computer Apple e rubare dati criptati.

Dino Dai Zovi, noto per le sue ricerche sulla sicurezza dei computer della casa di Cupertino, ha svelato la falla a Las Vegas nel corso di una conferenza sulla sicurezza informatica, la Black Hat, uno dei più importanti meeting mondiali sul tema.

Presenti circa 4.000 esperti del settore, hacker compresi. Mentre i primi vanno a caccia di falle per correggerle e proteggere gli utenti, gli hacker usano le stesse informazioni per commettere crimini.

Gli attacchi verso i computer Apple sono molto rari, ma secondo gli esperti la situazione cambierà con il successo dei Mac sui pc che usano il sistema operativo Windows di Microsoft. Nell'ultimo anno sono stati identificati almeno tre virus per Mac.

Secondo Dai Zovi, ricercatore e coautore del "Manuale dell'hacker Mac", una volta che gli hacker inizieranno a investire risorse per colpire i computer Apple, questi risulteranno vulnerabili almeno quanto quelli Windows. "Non c'è nessuna polvere magica che protegge i Mac", ha detto in un'intervista.

La tecnica che Dai Zovi ha presentato ieri, battezzata "Machiavelli", funziona solo sui computer già infettati. Può controllare il browser di Apple, Safari, e rubare dati criptati dal conto corrente degli utenti.

Non è stato finora possibile parlare con un portavoce Apple.

 
<p>Il logo Apple fuori dal campus di Cupertino. REUTERS/Robert Galbraith (UNITED STATES)</p>