Per Intel chi acquista primo computer non sceglierà netbook

giovedì 30 luglio 2009 10:01
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Intel ha detto ieri che le persone che vogliono acquistare un computer per la prima volta difficilmente sceglieranno ancora un netbook, ma i dispositivi "ultraportatili" continueranno comunque ad essere venduti a chi vuole un secondo computer o un computer per bambini.

"Non credo che chi voglia comprare il suo primo computer sceglierà un netbook", ha detto ieri Sean Maloney, vicepresidente esecutivo di Intel, durante un evento organizzato dalla società. "Se devi comprare qualcosa per la prima volta, vuoi l'originale. Funziona così non solo in Cina, ma in tutto il mondo".

Osservazione che trova d'accordo anche Bob O'Donnell, analista Idc, secondo cui però anche il costo dell'accesso a Internet gioca la sua parte. "Nei mercati emergenti non conta solo il costo della macchina: anche se costa solo 99 dollari, non è questo il punto. Il punto è che un anno di accesso a Internet costa più del computer, e questo è il problema maggiore nei mercati emergenti", spiega.

Secondo Maloney, i netbook, finora, sono stati acquistati prevalentemente da persone già in possesso di uno o due pc. I bambini tra i 7 e gli 11 anni però - spiega il dirigente - rimangono comunque un "segmento sottoservito".

Secondo un sondaggio Ubs diffuso ieri, il 77% di chi ha un netbook afferma di voler acquistare un secondo computer.

 
<p>Il logo di Intel al Consumer Electronics Show di Las Vegas. REUTERS/Rick Wilking</p>