Ue pronta al dialogo con Usa su dati trasferimenti bancari

lunedì 27 luglio 2009 15:32
 

BRUXELLES (Reuters) - I ministri degli esteri dell'Unione Europea hanno dato il via libera oggi ai negoziati volti a consentire agli Stati Uniti di continuare ad utilizzare i dati personali dei trasferimenti bancari con codice Swift, all'interno delle loro indagini in tema di terrorismo.

La Swift -- Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication -- ha in programma di trasferire, ad ottobre, i suoi database e i suoi server dagli Usa ai Paesi Bassi

Senza un nuovo accordo con Washington, questa mossa lascerebbe agli Usa solo i dati sugli utenti americani, e li costringerebbe a richiedere l'autorizzazione ai paesi dell'Ue per l'accesso alle loro informazioni.

I ministri hanno affidato il mandato a trattare alla Commissione Europea.

"Gli stati membri hanno raggiunto un accordo per affidare il mandato alla Commissione Europea. Non è un assegno in bianco per gli Stati Uniti. L'Unione Europea verificherà la legalità della richiesta degli Usa", ha detto il portavoce della Commissione Michele Cercone.

I dettagli sono riservati, ma la Ue dovrebbe comunque porre dei freni nell'accesso ai dati, oltre che alle possibilità di utilizzo e porre anche dei limiti alla durata del periodo in cui questi dati potranno essere trattenuti. Questo per rispondere alle preoccupazioni di alcuni stati Ue sul tema della protezione dati.

"L'impedimento nell'accesso a questi dati rappresenterebbe un pericoloso gap di sicurezza nelle attività, tanto degli Usa quanto dell'Ue, legate al terrorismo", ha fatto sapere la settimana scorsa, con un comunicato, la Commissione.

La Swift aveva fatto annunciato, nel 2006, di aver intrapreso una collaborazione con le autorità Usa sui dati personali, nell'ambito delle attività antiterrorismo, successive agli attacchi dell'11 settembre 2001.

La Swift aveva rassicurato l'Ue, annunciano di voler fare tutto il possibile per proteggere la privacy, ma alcuni governi Ue avevano manifestato la loro preoccupazione, sostenendo che le informazioni sui trasferimenti bancari non dovessero essere utilizzate in attività antiterroristiche, eccezion fatta per eventuali ordini di un tribunale.

 
<p>Palazzo dell'Ubs a Park Avenue, New York. REUTERS/Chip East (UNITED STATES)</p>