Tlc, Parlamento Ue verso approvazione riforma a ottobre

venerdì 24 luglio 2009 12:09
 

BRUXELLES (Reuters) - Il pacchetto di riforma del settore delle telecomunicazioni, che dovrebbe stimolare la concorrenza nei paesi dell'Unione Europea e che è in fase di stallo, sarà approvato dal parlamento europeo dopo il dibattito in assemblea, se tutto va bene, a ottobre.

Lo ha detto ieri un deputato dell'Ue.

Il progetto di riforma era stato rimandato sul tavolo delle negoziazioni a maggio, a causa delle preoccupazioni su una scarsa protezione dei diritti degli utenti di internet.

Malcolm Harbour, responsabile del comitato per i mercati interni e per la protezione dei consumatori al Parlamento Europeo, ha detto di confidare in un compromesso tra i legislatori e ha escluso che si debba rinegoziare tutto il pacchetto.

"Quello che ci aspettiamo è di formare un comitato per la conciliazione a settembre, e di raggiungere un rapido e proficuo accordo", ha detto Harbour in un'intervista a Reuters Television.

"Dopo di che, (il pacchetto di riforma) tornerà in parlamento, se tutto va bene, a ottobre, anche perché l'economia europea ne ha bisogno".

La riforma prevede la creazione di un organismo pan-europeo che supervisioni e controlli che le regole sulle telecomunicazioni dei 27 paesi del blocco siano applicate, così che nessun operatore possa essere privilegiato nella concorrenza. Inoltre, intende rafforzare i diritti contrattuali degli utenti.

A maggio, il parlamento ha votato, con 407 voti a favore, 57 contrari e 171 astenuti, un emendamento proprio in favore dei diritti degli utenti di Internet.

I legislatori intendono rendere più difficoltoso, per le autorità, bloccare l'accesso a internet per gli utenti sospettati di accesso illegale o di download illegale di materiale coperto da copyright.   Continua...

 
<p>Un uomo sistema il manifesto di un cellulare. REUTERS/Christian Charisius CHA/MAD</p>