Microsoft, voci accordo e ottimismo contano più dei risultati

lunedì 20 luglio 2009 10:14
 

SEATTLE (Reuters) - Microsoft annuncerà probabilmente il primo calo delle vendite annuali nella sua storia di public company, ma gli investitori guardano già oltre, aspettando commenti positivi su Windows 7, segnali di recupero del settore tecnologico e un accordo con Yahoo per sfidare Google.

Quando giovedì usciranno i risultati trimestrali della più grande società di software del mondo, quello che interesserà agli investitori sarà se avrà trasmesso abbastanza ottimismo per continuare a sfruttare la spinta che da marzo ha fatto salire le azioni del 63%.

I big del comparto tecnologico, Ibm e Intel, la settimana scorsa hanno sorpreso in meglio le attese di Wall Street fornendo outlook ambiziosi che suggeriscono che per l'industria informatica il peggio potrebbe essere passato.

Microsoft, il cui software gira sul 90% dei pc del mondo, è pronta a beneficiarne, mentre si prepara a lanciare il suo nuovo sistema operativo Windows 7 in ottobre.

"C'è stato un cambiamento nel sentiment", commenta Todd Lowenstein, portfolio manager di HighMark Capital. "La gente inizia ad essere entusiasta per la visibilità di Windows 7... Ha avuto buone recensioni".

Oltre al nuovo sistema operativo -- che dovrebbe contribuire a far dimenticare il suo predecessore Vista, accolto molto freddamente -- Microsoft ha in cantiere anche una nuova versione di Office, vendutissima suite di applicazioni, e sta finalmente guadagnando terreno su Google con il suo motore di ricerca Bing, attivo da sei settimane.

Dopo mesi di negoziati ad intermittenza, e un'offerta di acquisizione sfociata nel nulla l'anno scorso, secondo una fonte vicina alle trattative Microsoft sarebbe ora finalmente pronta per stringere un accordo con Yahoo nel settore delle ricerche su Internet e della pubblicità online. Prima della pubblicazione dei risultati, potrebbe arrivare un annuncio in tal senso.

"Prima queste due decideranno di unire il meglio che hanno e poi mettersi sul mercato insieme, maggiori saranno i benefici che otterranno", spiega Lowenstein.

 
<p>Un uomo monta le luci di uno stand Microsoft in occasione della fiera di Hannover. REUTERS/Hannibal Hanschke (GERMANY)</p>