Videogiochi, grandi aziende entrano in mercato giochi iPhone

giovedì 16 luglio 2009 15:49
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Mentre l'iPhone sta diventando un dispositivo molto popolare anche per i videogiochi, le grandi case produttrici di videogame hanno deciso di andare al testa a testa con le aziende più piccole, che hanno già riscosso grande successo puntando dall'inizio sullo smartphone della Apple.

Con risorse finanziarie importanti e marchi famosi, case come Electronic Arts, Gameloft e Glu Mobile dispongono di un ampio vantaggio. Ma società emergenti come Ngmoco, Digital Chocolate e Tapulous si sono già dimostrate capaci di costruirsi un marchio riconoscibile.

L'App Store ha già a disposizione circa 13.000 titoli -- molti dei quali proprio prodotti da aziende minori -- e attirare l'attenzione dei consumatori, quindi, rappresenta una grossa sfida. La classifica dei download sarà fondamentale per determinare il successo delle aziende che compongono il bouquet del negozio online.

"Sebbene, in questo momento, i principali giochi dell'iPhone siano sviluppati da aziende indipendenti, le grandi case contrattaccheranno", ha detto Jeremy Liew, direttore generale della Lightspeed Venture Partners, azienda con capitale a rischio che ha investito proprio nelle aziende di videogiochi.

I grandi competitor del settore "hanno un imponente budget per il marketing. Se una loro applicazione dovesse registrare un calo in classifica, loro potrebbero investire ulteriormente in pubblicità per dare nuova spinta al prodotto", ha detto Krishna Subramanian, co- fondatrice della società Mobclix, attiva nel campo delle analisi.

I piccoli editori, al contrario, tendono a promuovere maggiormente i loro giochi gratuiti o quelli a 99 centesimi per rimanere nei posti alti della classifica di gradimento.

L'App Store ha già contribuito, in un anno di vita, a creare un'intera industria di sviluppatori di software. Si sono verificati casi di imprenditori che sono diventati ricchi proprio grazie ad una applicazione istallata sull'iPhone.

Le nuove aziende ricevono anche consistenti finanziamenti per sviluppare i propri giochi. Il caso più eclatante riguarda i 100 milioni di dollari per l'istituzione di un fondo, chiamato iFund, stanziati dalla società Kleiner Perkins Caufield & Byers.

Tapulous, creatore del popolare "Tap Tap Revenge", un gioco che conta 10 milioni di utenti, ha ottenuto questi finanziamenti e dovrebbe diventare redditizio, dal punto di vista del ritorno economico, entro la fine dell'anno.

"Credo ci siano delle opportunità per aziende come la mia. Se riusciamo a costruire un canale di distribuzione e un marchio riconoscibile, possiamo cavarcela bene perché siamo aziende più agili rispetto a quelle più grandi", ha detto il direttore generale di Tapulous Bart Decrem.

 
<p>Videogiochi, grandi aziende entrano in mercato giochi iPhone. REUTERS/Robert Galbraith</p>