Sony, AD: nessun taglio al prezzo della PlayStation 3

mercoledì 8 luglio 2009 10:39
 

SUN VALLEY, Idaho (Reuters) - L'amministratore delegato di Sony Howard Stringer ha spazzato via i timori che la console di gioco PlayStation 3 sia troppo cara, aggiungendo che la società difficilmente venderà parti del proprio business nel mezzo della recessione.

Stringer, arrivando alla conferenza Allen & Co a Sun Valley, Idaho, ha definito tattiche standard di business i recenti commenti sul prezzo della PlayStation di Robert Kotick, amministratore delegato della casa editrice di videogame Activision Blizzard.

"Gli piace fare molto rumore", ha detto Stringer, quando gli è stato chiesto di commentare. "Sta facendo pressione su di me e io su di lui. Questa è la natura del business".

Il mese scorso, Kotick aveva detto al Times di Londra che Activision potrebbe smettere di sviluppare giochi per la PlayStation se Sony non diminuirà il pezzo della console, che compete con la Xbox di Microsoft e la Wii di Nintendo.

Alla domanda sulla logica di non voler ridurre il prezzo, Stringer ha risposto: "(perderei) soldi per ogni PlayStation prodotta".

Stringer e Kotick sono tra le centinaia di dirigenti di società tech e media che si riuniscono a Sun Valley questa settimana per l'annuale conferenza.

Alla domanda sul consolidamento dell'industria dell'intrattenimento, Stringer ha detto che Sony non sta cercando di disfarsi di alcun asset.

"Stiamo imparando a fondere contenuti e hardware. Non è il momento di liberarsene", ha aggiunto.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Kim Kyung-Hoon (JAPAN)</p>