Dell lancia nuovo servizio digitale per forze dell'ordine

martedì 7 luglio 2009 12:38
 

LONDRA (Reuters) - Dell, secondo produttore al mondo di personal computer, ha lanciato oggi un servizio per aiutare le forze dell'ordine a condannare più facilmente i criminali in un momento in cui cresce notevolmente l'utilizzo di prove digitali.

La società ha fatto sapere che questo servizio aiuterà la polizia a ridurre il lavoro arretrato anche di due anni, dal momento che consente agli analisti di lavorare simultaneamente sugli stessi dati, mantenendo in memoria le tracce del lavoro fatto sulle prove.

"Le forze dell'ordine in tutto il mondo ci hanno parlato delle enormi difficoltà che hanno nel gestire una grande quantità di dati nei dispositivi digitali sequestrati", ha detto Josh Claman, capo del settore pubblico europeo di Dell, attraverso un comunicato.

James Quarles, capo del settore marketing di Dell in Europa, ha detto a Reuters che gli utenti che accedono alle prove dai diversi datacentre di Dell, potranno avere un vantaggio determinante, in termini di tempo, per esempio nei casi in cui esiste una dead line per trattenere i sospettati di terrorismo senza le necessarie prove.

Dell ha incassato circa 15 miliardi di dollari tramite le vendite nel settore pubblico, lo scorso anno, in particolare grazie alle entrate provenienti dagli ospedali, dal governo, dalla difesa e dal settore dell'istruzione, che hanno costituito circa un quarto dei suoi guadagni complessivi.

Le stime della società di ricerca IDC, citate dalla stessa Dell, parlano di un valore complessivo, per il mercato del digital forensics statunitense, di circa 630 milioni di dollari per quest'anno, in crescita rispetto ai 252 milioni del 2004, mentre il mercato internazionale dovrebbe arrivare a raggiungere un valore 1,8 miliardi di dollari entro il 2011.