Iran,magistratura sollecita azioni legali su tv,siti anti-regime

domenica 5 luglio 2009 15:02
 

TEHERAN (Reuters) - Il capo della magistratura iraniana ha chiesto oggi che vengano avviate azioni giudiziarie nei confronti delle persone che lavorano per emittenti televisive e siti Web, sempre più influenti contro l'establishment, secondo quanto ha riferito la tv di Stato.

"Il continuo aumento di emittenti tv sul satellite di siti Web contro il regime mettono in evidenza la necessità di misure per arginare questo fenomeno", ha riferito la tv di Stato citando un provvedimento diffuso dall'Ayatollah Mahmoud Hashemi-Shahroudi.

L'Iran ha accusato le potenze occidentali di interferire nei suoi affari, dopo l'annuncio della netta vittoria del presidente uscente Mahmoud Ahmadinejad alle elezioni dello scorso 12 giugno che ha provocato violenti scontri in cui sono morte almeno 20 persone.

Il provvedimento, rivolto ai vari rami della magistratura, sollecita il personale giudiziario a cui verranno affidati questi incarichi ad affrontare questo genere di violazioni.

"Coloro che collaboreranno con sito internet e tv satellitari dovranno affrontare un'azione giudiziaria", ha detto Hashemi-Shahroudi.

Per la prima volta in Iran, i canali tv satellitari stranieri -- soprattutto la Persian tv della Bbc -- e i blog hanno svolto un ruolo fondamentale nel fornire notizie e commenti sulle elezioni.

 
<p>Iran,magistratura sollecita azioni legali su tv,siti anti-regime. REUTERS/Gareth Watkins</p>