Pechino, per filtro internet è solo questione di tempo

giovedì 2 luglio 2009 08:46
 

PECHINO (Reuters) - E' solo questione di tempo perché il controverso filtro antipornografia per i contenuti online sia installato su tutti i computer in Cina. Lo ha riferito oggi un quotidiano statale, dopo che il progetto era stato improvvisamente sospeso questa settimana.

L'improvviso dietro-front era stato annunciato martedì sera dall'agenzia di stampa Xinhua, che aveva annunciato che il ministro dell'Industria e dell'Information Technology cinese avrebbe "posticipato l'installazione obbligatoria del controverso software 'Green Dam-Youth Escort' sui nuovi computer".

Funzionari hanno spiegato che il filtro ha l'obiettivo di ridurre la pornografia su internet, e inizialmente alle aziende del settore era stato detto che avrebbero dovuto includere il software in tutti i pc messi in commercio nei negozi a partire dal primo luglio.

Ma la disposizione è stata criticata da oppositori alla censura, gruppi industriali e funzionari di Washington come avventata, politicamente invadente, inefficace a livello tecnico e sleale sul piano commerciale.

Le compagnie di pc hanno evitato di fare dichiarazioni sull'argomento.

Ma il quotidiano in lingua inglese China Daily, citando un funzionario non meglio specificato del ministero, ha dichiarato che il progetto dovrebbe diventare effettivo.

"Il governo porterà avanti la direttiva sul Green Dam. E' solo una questione di tempo", ha detto il funzionario secondo quanto riportato dal China Daily.

Il ritardo è dovuto al fatto che alcuni produttori di computer avevano bisogno di più tempo per includere il software nei propri prodotti, continua l'articolo.

"Quello che succederà è che alcuni produttori di pc potranno includerlo più rapidamente di altri", ha detto il funzionario. "Al momento non c'è una scadenza".

 
<p>Internet caf&egrave; a Shangai. REUTERS/ Nir Elias (CHINA SOCIETY SCI TECH POLITICS)</p>