Ue, da domani meno care comunicazioni europee su telefonini

martedì 30 giugno 2009 15:08
 

BRUXELLES (Reuters) - Da domani con i telefonini trasferire una chiamata telefonica, mandare un sms o consultare la propria email da un Paese europeo all'altro costerà meno. Il ribasso delle tariffe prolunga e completa un regolamento europeo del 2007, proposto dalla Commissione sino al 2008, accolto da Parlamento e Stati membri, che decidono insieme in materia di telecomunicazioni.

Il prezzo massimo (tasse escluse) delle telecomunicazioni attraverso il territorio dell'Unione Europea è stato così fissato:

- Chiamate vocali effettuate: prolungati i tetti previsti sino al 2009 ma estesi al 2012, è di 0,43 euro al minuto da domani, rispetto agli attuali 0,46, poi passerà a 0,39 euro dal primo luglio 2010 e 0,35 e dal primo luglio 2011.

- Chiamate vocali ricevute: 0,19 euro da domani, contro gli attuali 0,22, prima di scendere a 0,15 euro dal primo luglio 2010 e 0,11 euro dal primo luglio 2011.

- Messaggi di testo: 0,11 euro da domani, rispetto a 0,49 euro attuali.

- Traffico dati : tetto di un euro per megabyte da domani, poi 0,80 euro dal primo luglio 2010 e 0,50 euro dal primo luglio 2011.

Gli operatori europei dovranno attenersi alle tariffe al secondo dal 31esimo secondo e dovranno informare i loro clienti a partire da una soglia di spesa di 50 euro sul "roaming".

 
<p>Una ragazza al cellulare. REUTERS</p>