Microsoft ridurrà negli Usa i prezzi di Windows 7

giovedì 25 giugno 2009 16:34
 

di Bill Rigby

SEATTLE (Reuters) - Microsoft ha annunciato oggi che venderà la versione base per utenti non professionali del suo nuovo sistema operativo Windows 7 negli Usa a un prezzo inferiore dell'8% rispetto alla versione analoga di Vista.

Il nuovo sistema operativo, che Microsoft spera possa ricevere un'accoglienza migliore del criticato Vista, sarà lanciato globalmente il 22 ottobre e sarà in prevendita negli Usa da catene come Best Buy, Amazon.com e lo stesso sito web di Microsoft da domani.

Microsoft venderà la versione Home Premium upgrade di Windows 7 -- destinata a chi intende aggiornare il sistema operativo Windows che ha già sul proprio pc -- a 49,99 dollari da venerdì fino all'11 luglio negli Usa. I dischi saranno consegnati dopo il lancio globale. Dopo l'11 luglio, il prezzo di prevendita salirà a 119,99 dollari, l'8% in meno degli attuali 129,99 dollari della versione equivalente di Vista.

La versione professionale upgrade di Windows 7 -- mirata a piccole compagnie che usano più computer -- sarà in vendita fino all'11 luglio a 99,99 dollari, quindi a 199,99 dollari, lo stesso prezzo di Vista.

In Europa, Microsoft offrirà solo le versioni integrali di Windows 7, e non quelle upgrade. Per breve tempo, la versione Home Premium sarà disponibile a 49 euro e quella Professional a 99 euro.

Le versioni di Windows 7 per l'Europa inoltre non avranno il browser web Internet Explorer 8, a seguito della recente decisione di Microsoft per andare incontro alle richieste dell'antitrust europeo. IE8 sarà disponibile separatamente senza costi aggiuntivi per gli utenti che non vorranno optare per un browser diverso.

Per quanto riguarda le versioni integrali di Windows 7 - destinate a chi deve installare il software e non solo aggiornare il precedente Windows - vi saranno riduzioni di prezzo per gli utenti non professionali (il 17% in meno di Vista) ma non per le versioni più avanzate Professional e Ultimate.

Microsoft ha aggiunto che renderà disponibile un aggiornamento gratuito per i produttori di computer, così da consentire agli utenti che da domani acquisteranno un Pc o un laptop con preinstallata la versione base di Vista di aggiornare gratuitamente la versione equivalente di Windows 7.

La decisione di rendere questa offerta effettivamente disponibile agli utenti dipenderà però dai produttori di Pc come Hewlett-Packard, Dell e Acer.

Microsoft ha anche reso noto che le confezioni dei dischi saranno più piccole e prodotte con plastica riciclabile.

 
<p>Steve Ballmer, AD di Microsoft alla presentazione di Windows 7. REUTERS PICTURE</p>