Cina accusa Google di diffondere materiale online volgare

giovedì 25 giugno 2009 12:08
 

PECHINO (Reuters) - Il ministro degli Esteri cinese ha accusato oggi Google, nella sua versione in inglese, di diffondere contenuti volgari che violano la legge nazionale.

Il portavoce del ministro, Qin Gang, non ha voluto chiarire se i malfunzionamenti nell'accesso a Google dai computer cinesi sia frutto di un'azione del governo.

Il portavoce, però, ha manifestato il dissenso di Pechino nei confronti dell'azienda americana.

"Stando alle lamentele di molti residenti, la versione inglese di Google diffonde un numero importante di contenuti volgari, che rientrano nel campo della pornografia e che, quindi, violano completamente le regole e le leggi cinesi", ha detto Qin in conferenza stampa.

Il portavoce ha detto che le diverse misure prese dal governo contro Google sono perfettamente conformi alle leggi nazionali, ma non ha voluto specificare a quali misure si riferisse o commentare i malfunzionamenti di Google, in Cina, di mercoledì.

"Voglio chiarire che Google China è una compagnia che opera sul suolo cinese e che, quindi, deve sottostare alle leggi e alle regole cinesi".

Google, per conto suo, aveva fatto sapere, la scorsa settimana, di aver avuto un incontro con i funzionari del governo di Pechino, proprio per parlare del problema "dei contenuti pornografici e del materiale, visibile sul web in Cina, che potrebbe essere inappropriato per i bambini".