Luna di Saturno potrebbe celare caverne con acqua - e vita?

giovedì 25 giugno 2009 09:29
 

LONDRA (Reuters) - Enceladus, la gelida luna di Saturno, potrebbe contenere caverne sotterranee ricche d'acqua, costituendo un habitat potenziale per vita aliena.

Ricercatori tedeschi hanno trovato sale -- elemento chimico che segnala acqua marina -- negli atomi ghiacciati all'interno dei getti di vapore che fuoriescono dalle fenditure sulla superficie, fornendo la più sostanziosa prova di una riserva liquida di acqua all'interno della crosta ghiacciata della luna.

Un team statunitense dice che la quantità di sale trovata utilizzando un metodo diverso suggerisce che una precedente teoria, in base a cui l'acqua bolle in modo esplosivo all'interno dello spazio vuoto sotto la superficie e viene espulsa attraverso i geyser, era sbagliata e che l'evaporazione avviene molto più lentamente.

Entrambi gli studi sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature.

Una delle spiegazioni dell'evaporazione più lenta potrebbe essere che l'acqua sale da delle camere pressurizzate sotto le fratture delle cosiddette strisce della tigre sulla superficie della luna, secondo quanto riferisce John Spencer, dell'Istituto di Ricerca del Sudest, a Boulder, in Colorado.

"La nostra fotografia dell'ambiente sotterraneo deve ora includere la possibilità di caverne di ghiaccio nebuloso pavimentate di vasche e canali di acqua salata, nascosti sotto le strisce della tigre", ha scritto in un commento sulle due ricerche scientifiche.

"Che cos'altro si può nascondere in quelle vasche salate, se esiste, resta da vedere".

 
<p>Una immagine di Saturno REUTERS/NASA, ESA, and the Hubble Heritage Team (STScI/AURA)/Handout</p>