Apple, per Jobs "prognosi eccellente" dopo il trapianto

mercoledì 24 giugno 2009 08:11
 

di Gabriel Madway

SAN FRANCISCO (Reuters) - L'AD di Apple Steve Jobs si è sottoposto a un trapianto di fegato in un ospedale del Tennessee e ha una "prognosi eccellente".

Lo ha confermato ieri l'ospedale che ha eseguito l'intervento, dopo che il Wall Street Journal nei giorni scorsi aveva riportato dell'operazione, dicendo che era avvenuta due mesi fa.

Jobs, 54 anni, si è operato perché era "il paziente più malato in lista d'attesa nel momento in cui un donatore è stato disponibile", ha detto in una nota il Methodist University Hospital Transplant Institute (here+Us/Newsroom/News/Steve+Jobs+Receives+Liver+Transplant).

"Il signor Jobs si sta riprendendo bene e ha una prognosi eccellente", si legge nel comunicato, diffuso con il permesso di Jobs.

Il titolo Apple ha oscillato sulle speculazioni sulla salute di Jobs, considerato da molti il vero artefice della reputazione e dell'innovazione di Apple.

Jobs si è curato nel 2004 per una rara forma di cancro al pancreas, ma era apparso sciupato a un evento Apple nell'estate del 2008, alimentando i timori sulla sua salute.

A gennaio, l'AD ha annunciato un periodo di congedo per ragioni di salute, definendole "più complesse" di quanto inizialmente pensato.

Da allora non è più apparso a un evento pubblico, ma un testimone Reuters lo ha avvistato nel campus di Apple a Cupertino, in California, lunedì scorso.

Jobs è stato anche citato in un comunicato stampa della società, che al momento non dice se l'AD è tornato al lavoro, ma ha più volte auspicato un suo ritorno alla fine di giugno.

 
<p>Steve Jobs a una conferenza stampa di Apple nell'ottobre 2008. REUTERS/Kimberly White</p>