Usa, sospetto "killer di Craigslist" si dichiara innocente

martedì 23 giugno 2009 17:20
 

BOSTON (Reuters) - Lo studente di medicina noto come "il killer di Craigslist" si è dichiarato ieri innocente dell'accusa di omicidio di primo grado e di altre sei accuse di violenti aggressioni a donne che avevano pubblicato inserzioni sul popolare sito web.

Philip Markoff, 23 anni, è imputato davanti alla Corte Alta di Suffolk di Boston per l'omicidio dello scorso 14 aprile di Julissa Brisman, massaggiatrice di 25 anni che aveva pubblicato un'inserzione nella sezione servizi erotici di Craigslist.com.

L'ex studente della Boston University resterà in carcere senza cauzione.

La polizia ha detto che Markoff ha usato telefonini prepagati e indirizzi email temporanei per fissare appuntamenti con le vittime che avevano pubblicato inserzioni su Craigslist, bazar online con categorie che coprono praticamente tutto, dagli appartamenti alle auto ai posti di lavoro.

Secondo gli inquirenti lo studente avrebbe colpito Brisman alla testa sparandole poi tre colpi a distanza ravvicinata in un hotel di Boston.

Il giovane si è anche dichiarato non colpevole delle accuse di rapina a mano armata, rapimento e violazioni delle norme sulle armi riguardo l'aggressione ad un'altra donna che aveva pubblicato un'inserzione su Craigslist. Deve rispondere di un reato analogo a Rhode Island.

Gli investigatori hanno trovato l'arma del delitto nascosta tra i libri di testo nell'appartamento di Markoff, assieme ad altri oggetti simili a quelli usati nelle aggressioni.

 
<p>Philip Markoff, lo studente di medicina noto come "il killer di Craigslist". REUTERS/Bizuayehu Tesfaye/Pool (UNITED STATES CONFLICT SOCIETY CRIME LAW)</p>