Verizon e AT&T respingono accusa di controllare prezzi sms

mercoledì 17 giugno 2009 10:47
 

WASHINGTON (Reuters) - Le compagnie telefoniche americane Verizon Communications e AT&T hanno respinto le accuse di alleanza nel fissare i prezzi per gli sms, sostenendo, al contrario, che i costi per la maggior parte dei consumatori sono diminuiti e che il mercato del wireless è competitivo.

Il senatore Herb Kohl, capo della sottocommissione antitrust del Senate Judiciary Committee, si è detto preoccupato che le quattro principali aziende di cellulari possano aver raddoppiato i prezzi degli sms, portandoli dai 10 centesimi del 2006 ai 20 del 2008.

"Questo deciso rialzo dei prezzi suscita preoccupazione. Questi aumenti sono il risultato di una scarsa competizione in un mercato eccessivamente concentrato nelle mani di pochi?", si è chiesto il senatore, che ha anche annunciato di aver chiesto al Dipartimento di Giustizia di verificare ogni futura fusione e ogni possibile pratica di prezzi anticompetitivi all'interno del settore.

Ma gli avvocati di Verizon e AT&T hanno risposto che gli aumenti hanno riguardato solo l'1% degli sms, perché la maggior parte dei consumatori attiva le tariffe che permettono di spendere meno proprio per i messaggi di testo.

"Questa idea sbagliata che i prezzi siano aumentati deriva dall'attenzione eccessiva dedicata ad un'unica tariffa per i messaggi di testo, quella pay-per-use, un'opzione, tra l'altro, che la gran parte degli utenti non sceglie per il proprio cellulare", ha detto Wayne Watts, consulente legale di AT&T.

Watts e Randal Milch, legale di Verizon Communications, hanno riferito che circa il 17% degli utenti delle due aziende utilizzano una tariffa che li costringe a pagare il singolo messaggio.

Entrambi, poi, hanno negato che le due società si possano essere alleate per stabilire una soglia dei prezzi.

"I dati del mercato mostrano, con evidenza, che nel settore del wireless c'è un'accesa competizione", ha detto Milch.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Vivek Prakash (SINGAPORE)</p>