Microsoft, norvegese Opera: Windows senza browser "non basta"

venerdì 12 giugno 2009 12:22
 

di Tarmo Virki

HELSINKI (Reuters) - Il produttore norvegese di browser Opera ha criticato oggi che il piano di Microsoft di consegnare in Europa la nuova versione del proprio sistema operativo Windows senza il browser Internet Explorer, dicendo che non è sufficiente a ristabilire una leale concorrenza.

Il primo produttore mondiale di software ha annunciato ieri che intende distribuire la nuova versione di Windows 7 in Europa senza il browser Internet Explorer, decisione presa in risposta alla pressione dei regolatori europei.

"Non credo che l'annuncio di Microsoft possa ristabilire la concorrenza", ha detto a Reuters Hakon Wium Lie, direttore di Tecnologia a Opera.

"Non penso che sia abbastanza, né che questo li metterà fuori pericolo", ha aggiunto.

Il brusco cambiamento di rotta di Microsoft arriva poco prima che la Commissione europea sia chiamata a decidere sulle accuse antitrust presentate a gennaio contro il colosso dei software, secondo cui la compagnia abuserebbe della propria posizione dominante includendo nel sistema operativo il browser Internet Explorer, sottraendolo così a una giusta competizione con i prodotti rivali.

Fino ad ora, Microsoft aveva sempre sostenuto che il browser fosse una parte integrante del sistema operativo e che non potesse esserne separato, ma adesso progetta di farlo per la versione europea di Windows 7, che uscirà quest'anno.

Opera ha dichiarato che se la mossa di Microsoft porrà fine alla disputa, questo non avrà nessun impatto sul ruolo dominante di Internet Explorer.

"Ne saremmo molto delusi. Questo significherebbe che Microsoft manterrà la propria posizione dominante", ha detto Wium Lie, aggiungendo che i sistemi operativi dovrebbero essere venduti insieme ad una vasta gamma di browser -- lasciando ai consumatori la scelta -- invece che del tutto privi di browser.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Rick Wilking (UNITED STATES)</p>