Australia, laptop gratis a bimbi aborigeni per alfabetizzazione

giovedì 11 giugno 2009 10:05
 

ELCHO ISLAND, Australia (Reuters) - Poco dopo aver ricevuto un laptop verde distribuito agli alunni aborigeni nella speranza di combattere l'analfabetismo e le assenze, Jericho Lacey ha imparato che il suo computer serve non solo per fare i compiti a casa.

Dalla sua abitazione a Elcho Island, povero avamposto tropicale, Lacey scrive riassunti di scuola ed ogni tanto gioca e naviga in Internet.

"Per fortuna, i miei figli saranno connessi in modo digitale al resto del mondo", ha detto il padre di Jericho, Marcus, a Reuters. "quest'isola non è vicina a nulla".

Nel mezzo del mar di Arafura, circa 2.000 chilometri a nordovest di Sydney, l'ex missione metodista non è un paradiso per i suoi abitanti. Le coltivazioni di arachidi e banane sono state abbandonate da decenni, lasciando ai suoi 2.000 abitanti poco o niente, come lavoro.

L'alcol è vietato per combattere le violenze domestiche e le auto usano un tipo di carburante diverso dalla benzina, dopo che tra i giovani era diventato un passatempo diffuso e pericoloso inalarla. Anche la pornografia è vietata sull'isola.

Gli organizzatori del programma sperano di combattere la monotonia della vita sull'isola con nuovi interessi come il navigare la rete ed offrendo ai 1.200 bambini in età scolare l'opportunità di imparare qualcosa del mondo oltre le foreste di mangrovie che circondano l'isola.

"Cerchiamo di dare a questi ragazzi qualcosa che altrimenti non avrebbero crescendo qui", dice Barry Vercoe, che dirige la divisione Asia- Pacifico di One Laptop Per Child, associazione benefica internazionale che punta a regalare un milione e mezzo di computer.

Sinora, circa 2.000 laptop sono stati consegnati a scuole della comunità indigena in Australia, dove l'analfabetismo può essere multi-generazionale e l'inglese una lingua parlata di rado, se non mai.

L'associazione è stata fondata da Nicholas Negroponte, ricercatore del Massachusetts Institute of Technology, ed ha regalato computer a bambini in età scolastica di Paesi come Cambogia, Ruanda e Papua New Guinea.

 
<p>Un alunno aborigeno usa dell'isola di Elcho, in Australia, un laptop distribuito dalla campagna "One Laptop Per Child". La foto &egrave; stata scattata il 27 maggio 2009. REUTERS/James Reagan</p>