Ricavi produzione chip visti in rialzo in secondo trimestre

martedì 9 giugno 2009 12:50
 

TAIPEI (Reuters) - I ricavi globali nel mercato della produzione di chip dovrebbero registrare un rialzo nel secondo trimestre, dopo tre trimestri di calo, ma il 2009 resterà un anno impegnativo per le fonderie, afferma la società di ricerche di mercato iSuppli.

I ricavi globali per le fonderie, cioè i produttori di chip a contratto, tra cui i leader di settore TSMC, UMC e Chartered Semiconductor, dovrebbero salire a 3,6 miliardi di dollari nel secondo trimestre, ha annunciato iSuppli in un comunicato letto oggi da Reuters.

Si tratterebbe di un aumento di circa il 60% rispetto al primi trimestre, che aveva registrato ricavi per 2,25 miliardi, dice la società.

"Il mercato delle fonderie sta beneficiando sia della diminuzione delle rimanenze di magazzino nella catena di rifornimento di apparecchi elettronici che di nuovi design innovativi che necessitano di nuova tecnologia", rileva Len Jelinek, direttore e principale analista del settore produzione di semiconduttori di iSuppli.

TSMC e UMC, che secondo iSuppli rappresentavano insieme il 63% del settore nel primo trimestre, prevedono un secondo trimestre brillante, in parte grazie alla forte domanda proveniente dalla Cina per effetto di un pacchetto di incentivi alla spesa deciso da Pechino.

"Comunque, mentre questa crescita segnerà un recupero per le fonderie, il 2009 non sarà un anno di crescita", segnala Jelinek. "La crescita sostenibile dei semiconduttori arriverà solo con la ripresa dell'economia globale e il ritorno dei consumatori ai normali livelli di acquisto".