Videogame, Sony non ha in programma tagli ai prezzi PlayStation

venerdì 5 giugno 2009 15:55
 

Di Franklin Paul

LOS ANGELES (Reuters) - Sony non ha fretta di tagliare i prezzi della sua console di videogiochi, la PlayStation, stando a quanto affermano alti dirigenti dell'azienda, sebbene alcuni esperti dell'industria dei videogame considerino i ribassi dei prezzi una conclusione scontata.

Alcuni analisti, infatti, sostengono che Sony potrebbe addirittura annunciare questi ribassi alla convention di videogame E3 che termina giovedì. Altri prevedono l'annuncio a settembre, subito dopo le vacanze estive.

Questa mossa dovrebbe aiutare le vendite delle console Sony ed incentivare la domanda per i software dedicati ai videogiochi e le vendite dei dettaglianti.

E con una buona fetta di vendite relative alla stagione estiva in gioco, le rivali Microsoft e Nintendo potrebbero adeguarsi al trend, oppure tentare la strada delle promozioni, con accessori o giochi venduti gratuitamente.

Jack Tretton, direttore generale della Sony Computer Entertainment of America, ha detto in un'intervista che, per il momento, l'azienda non ha in programma di ribassare i prezzi.

Alla domanda su quanto tempo si possa mantenere questa posizione, Tretton ha risposto: "E' difficile prevedere il futuro. Non c'è nulla all'orizzonte. Dipende da quanto lontano si rivolge lo sguardo".

L'analista della Wedbush Morgan Michael Pachter si aspetta un prossimo sconto nel prezzo della console, che dovrebbe così passare dagli attuali 399 dollari a 349 o 299 dollari.

Questo potrebbe aiutare le vendite, che Pachter ha stimato, per quanto riguarda la Ps3 della Sony nel mese di aprile, in circa otto milioni di unità, un dato ancora lontano dai 20 milioni di unità della Nintendo Wii e ai 15 milioni dell'Xbox 360 di Microsoft, che ha debuttato un anno dopo la Ps3.

Microsoft ha ribassato i prezzi dell'Xbox 360 lo scorso anno, mentre Reggie Fils-Aime, presidente della Nintendo of America, ha detto a Reuters questa settimana che l'azienda leader del mercato dei videogiochi non ha in programma nessun taglio dei prezzi per il Wii.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Toru Hanai (JAPAN)</p>