Nasa prepara shuttle Endeavour per lancio del 13 giugno

giovedì 4 giugno 2009 12:58
 

di Irene Klotz

CAPE CANAVERAL (Reuters) - I manager della Nasa hanno sistemato lo shuttle Endeavour per il lancio previsto il 13 giugno. La missione prevede il raggiungimento della Stazione Spaziale Internazionale con una piattaforma di fabbricazione giapponese, approntata per poter eseguire esperimenti scientifici all'esterno della stazione.

Il volo, che durerà 16 giorni, costituirà una delle missioni più lunghe tra quelle della Nasa e, con cinque astronauti e l'utilizzo simultaneo di gru robotiche, anche una delle più complesse.

"Non credo ci saranno più voli facili", ha detto Bill Gerstenmaier, amministratore Nasa per le operazioni spaziali.

L'Endeavour porterà con sé l'ultimo dei tre pezzi che andranno a completare il complesso modulo giapponese Kibo, che si trova nella stazione spaziale. Gli astronauti hanno anche in programma di sostituire le batterie per i pannelli solari della stazione.

All'agenzia spaziale americana rimangono otto missioni per completare la costruzione dell'avamposto orbitale da 100 miliardi di dollari, prima che gli shuttle vengano ritirati, tra circa 18 mesi.

Ciò nonostante, se problemi ambientali o tecnici dovessero tenere a terra l'Endeavour oltre il 15 giugno, la Nasa ha comunque in programma di riproporre la missione per il mese di luglio, in modo da poter lanciare, intanto, una sonda lunare senza equipaggio.

La Lunar Reconnaissance Orbiter è la missione di debutto del nuovo programma Constellation della Nasa, che è stato progettato per spingere i voli spaziali umani oltre l'orbita intorno alla Terra. La sonda deve verificare, sul suolo lunare, possibili punti di atterraggio.

Il tentativo di lancio dell'Endeavour arriva a meno di tre settimane dal ritorno dell'Atlantis, che era in missione per sistemare l'Hubble Space Telescope. Durante il periodo di missione dell'Atlantis, l'Endeavour è stato preparato al volo e considerato veicolo di salvataggio proprio per gli astronauti dell'Atlantis. L'equipaggio, infatti, era troppo lontano dalla stazione per cercare rifugio in caso di danneggiamenti al velivolo spaziale.

La Nasa ha approntato queste opzioni di salvataggio dopo l'incidente che causò la perdita dello shuttle Columbia e dei sette membri dell'equipaggio nel 2003.

 
<p>Nasa prepara shuttle Endeavour per lancio del 13 giugno. REUTERS/Scott Audette</p>