Intel: netbook cannibalizzano 20% mercato pc portatili

mercoledì 27 maggio 2009 17:12
 

LONDRA (Reuters) - La cannibalizzazione delle vendite dei computer laptop da parte dei netbook low-cost ha raggiunto il 20%, "meno rispetto alle speculazioni", ha detto a Reuters il capo del settore vendite europee della Intel, a margine di un evento della compagnia.

Christian Morales ha detto che le vendite di netbook sono circa il 16% di quelle globali, per quanto riguarda i pc portatili. La percentuale si alza leggermente nell'Europa dell'Ovest.

In Italia e Gran Bretagna potrebbero rappresentare un quarto delle vendite complessive, ha detto il responsabile.

Intel ha per il momento dominato il mercato, in continua crescita, dei netbook a basso costo, progettati con funzioni elementari come la connessione ad Internet, con i suoi processori Atom. Molti hanno manifestato la paura che a pagare questa crescita costante possano essere i laptop di fascia alta.

"Abbiamo riscontrato una sorta di cannibalizazione di Celeron da parte di Atom", ha detto Morales in una presentazione a Londra. Il capo del settore vendite ha dichiarato che i margini di profitto di Intel per Atom sono stati superiori a quelli per i più vecchi processori Celeron.

Il 20% di cannibalizzazione significa un 20% sottratto dai netbook alle vendite di notebook completi.

Morales ha anche confermato di prevedere un buon potenziale di vendita di netbook a basso costo in Africa, se le spese di accesso ad Internet, attualmente ferme a più di 100 dollari al mese nella maggior parte del continente, saranno abbassate.

"E' su questo che stiamo lavorando in collaborazione con i governi", ha detto il dirigente Intel.

 
<p>Un netbook. REUTERS/Nicky Loh</p>