Nokia lancia Ovi Store, farà concorrenza ad Apple

lunedì 25 maggio 2009 17:38
 

HELSINKI (Reuters) - Nokia ha lanciato ufficialmente oggi Ovi Store, il proprio negozio online, di cui si parlava da tempo, con cui il numero uno mondiale dei cellulari punta a seguire le orme dell'App Store di Apple.

Ovi Store, al momento, è utilizzabile dagli utenti di pochi modelli Nokia in Australia e a Singapore e la società ha promesso di completare le aperture dei negozi virtuali in tutto il mondo entro la fine di questa settimana.

Per far fronte alla domanda calante di cellulari, Nokia sta costruendo un nuovo modello di businness che si basa soprattutto sui servizi di Internet mobile, come i giochi e le mappe, ma nel frattempo ha ridotto la portata di altri piani di investimento a causa della crisi economica, mentre si sta concentrando sulla fusione di alcuni servizi.

L'azienda finlandese, che per la prima volta a gennaio-marzo ha registrato un trimestre pretasse in perdita, sta contemporaneamente tagliando i costi annuali della sua principale unità produttiva, quella degli handset, di oltre 700 milioni di euro.

L' Apple App Store è diventato molto popolare, con un miliardo di download di applicazioni in meno di un anno, e operatori e società tecnologiche tra cui Vodafone Nokia, e Microsoft ora puntano anche loro a una fetta della torta

In ogni caso, gli analisti dicono che le aziende dovranno intraprendere una dura lotta per bissare il successo di Apple.

Dopo che nel 2007 Apple ha lanciato il primo iPhone, tutti i venditori di portatili hanno cominciato a concentrarsi sulla costruzione di apparecchi simili, con schermi grandi e sensibili al tatto. Stessa situazione che si è ripetutati quest'anno con la corsa a lanciare iniziative simili ad App Store.

La società di ricerche Strategy Analytics ha previsto che il valore del mercato di contenuti mobile - tra cui giochi, suonerie, wallpaper, video, tv, testi di allerta e navigazione web - crescerà del 15% quest'anno, raggiungendo la cifra di 62 miliardi di dollari.

 
<p>Una versione test dell'Ovi Store di Nokia. REUTERS/Tarmo Virki</p>