Francia, presidente Sarkozy rinnova sua pagina Facebook

giovedì 21 maggio 2009 10:56
 

PARIGI (Reuters) - Desideroso di mostrarsi come un uomo del popolo, il presidente francese Nicolas Sarkozy ha rinnovato la propria pagina Facebook con alcuni video che lo ritraggono mentre discute di politica con sua moglie Carla Bruni.

La passione di Sarkozy per gli occhiali da sole e per i grandi orologi gli ha procurato il soprannome di "Presidente Bling-Bling", all'inizio della sua presidenza, e il suo matrimonio con l'ex modella e cantante Carla Bruni continua a tenere occupati i giornalisti che si occupano di gossip.

Ma la sua pagina Facebook mira a essere più familiare, con un video di Carla Bruni-Sarkozy che intrattiene un gruppo di donne in visita al palazzo presidenziale, parlando loro della vita impegnata del marito.

Sarkozy, a questo punto del video, entra nella stanza e bacia sua moglie, che accarezza affettuosamente mani e braccia del marito per il resto del video.

"Verrà in visita il primo ministro iracheno", dice Sarkozy a una Carla Bruni che risponde: "Perfetto!".

Quando il presidente abbandona la stanza, la moglie lo saluta con uno "Stammi bene, tesoro".

Un altro video mostra la coppia presidenziale affettuosamente alle prese con i propri cani, un'idea forse ispirata dal clamore mediatico suscitato dal nuovo cucciolo di casa Obama, Bo.

Rinnovando la sua pagina, che conta più di 96 mila "amici", Sarkozy ha voluto mettere in mostra "l'uomo piuttosto che il presidente", ha riferito l'ufficio presidenziale.

Il precedente profilo di Sarkozy presentava una foto del presidente con un vestito scuro e la cravatta, uno stile più in linea con la tradizione presidenziale francese.

La nuova foto che compare sul profilo del presidente lo ritrae, invece, con una camicia bianca leggermente sbottonata. Il nuovo stile della pagina dedicata a Sarkozy è forse anche un tentativo di distrarre l'attenzione da altri gruppi Facebook, come quello "Scommetto che riesco a trovare un milione di persone che odiano Nicolas Sarkozy, che conta più di 200 mila iscritti.

 
<p>Il presidente francese Nicolas Sarkozy. REUTERS/Jean-Marc Loos</p>