Sony chiude trim4 in perdita, vede un altro anno in rosso

giovedì 14 maggio 2009 09:09
 

TOKYO (Reuters) - Sony ha chiuso l'anno fiscale con un secondo trimestre consecutivo in perdita, per effetto di uno yen forte, vendite in calo e costi di ristrutturazione. Per l'anno a venire, Sony prevede una perdita annuale più contenuta del previsto.

I produttori di elettronica da consumo in tutto il mondo hanno subito l'impatto negativo della crisi economica sulla domanda di Tv e cellulari.

Vendite in calo anche per la joint Sony-Ericsson per i cellulari, mentre i costi per tagliare i posti di lavoro e chiudere impianti hanno pesato sulla compagnia, che sfida Panasonic per il titolo di maggiore produttore mondiale di elettronica da consumo.

Sony, che produce la PlayStation e macchine fotografiche digitali Cyber-shot, ha avviato tagli per 16.000 posti di lavoro e sta riducendo la sua rete di 57 stabilimenti produttivi del 10% per sopravvivere alla crisi finanziaria.

Il gruppo, che compete con Samsung Electronics Co nel settore delle tv Lcd e con Canon in quello delle macchine fotografiche digitali, prevede una perdita operativa di 110 miliardi di yen (1,15 miliardi di dollari) per l'anno finanziario che chiude nel marzo 2010.

Una stima inferiore alla perdita di 227,78 miliardi di yen di un anno prima e inferiore alle stime di 20 analisti interpellati da Thomson Reuters di una perdita per 132,9 miliardi di yen.

La perdita operativa di Sony è stata pari a 294,31 miliardi di yen nel periodo gennaio-marzo, in forte peggioramento dall'utile di 6,18 miliardi di yen un anno fa. Le vendite sono scese del 22% a 1.524 miliardi di yen.

Le azioni di Sony hanno chiuso in ribasso del 6,8% a 2.400 yen prima dell'annuncio dei risultati, sottoperformando l'indice delle macchine elettroniche di Tokyo, che ha perso il 4,1%.

 
<p>Una donna passa davanti a una tv a schermo piatto di Sony, presso la sede generale della compagnia a Tokyo. REUTERS/Toru Hanai</p>