13 maggio 2009 / 19:02 / tra 8 anni

Spazio, gli astronauti tolgono il telescopio Hubble dall'orbita

<p>Immagine del telescopio Hubble. REUTERS/NASA TV (SCI TECH) FOR EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING CAMPAIGNS</p>

HOUSTON (Reuters) - Gli astronauti a bordo dello shuttle oggi hanno tolto dall‘orbita il telescopio Hubble e lo hanno piazzato nella zona di lavoro della loro navicella per una ristrutturazione.

Viaggiando nello spazio, il comandante Scott Altman ha portato lo shuttle Atlantis ad una distanza di circa 10 metri dal telescopio mentre il membro dell‘equipaggio Megan McArthur ha usato il braccio robotizzato della navicella per agganciare lo strumento alle 19:14 ora italiana.

“Houston, Atlantis. Hubble è arrivato a bordo dell‘Atlantis”, ha detto Altman via radio al controllo della missione.

La Nasa aveva fatto visita ad Hubble l‘ultima volta nel 2002 e aveva programmato di ripeterla due anni più tardi, ma la distruzione dello shuttle Columbia nel 2003 ha fatto naufragare il progetto.

Nel lancio di lunedì scorso non sembra che Atlantis abbia registrato gravi danni. Alcuni graffi sulle quattro mattonelle che schermano il calore sull‘ala destra e che sono stati scoperti durante un‘ispezione ieri non sono considerati un pericolo.

La Nasa ha detto che non sono necessarie ulteriori ispezioni nella zona, dando ai sette membri dell‘equipaggio la possibilità di focalizzarsi sull‘obbiettivo primario della loro missione: aggiustare Hubble.

Tre dei cinque strumenti scientifici del telescopio sono infatti rotti e Hubble sta usando l‘ultima serie di giroscopi di posizionamento, un computer di backup per formattare i dati da inviare a terra e batterie vecchie di 19 anni che possono solo ricaricarsi della metà.

Senza un aggiornamento, la Nasa sarebbe fortemente sotto pressione per giustificare la continuazione delle operazioni del telescopio, secondo lo scienziato progettista David Leckrone.

Gli astronauti hanno in programma cinque giorni consecutivi di passeggiate spaziali, a partire da domani, per dotare Hubble di nuovi strumenti e aggiustare due delle sue fotocamere rotte. Si spera anche di far risorgere una fotocamera a infrarossi quando Hubble sarà nuovamente riposizionata in orbita.

Se la ristrutturazione avrà successo, Hubble dovrebbe tornare in servizio in due o tre mesi, con un programma di osservazione ancora più ambizioso di quello pensato dal suo debutto nel 1990.

Hubble ha fornito prove di come i pianeti si sono formati e ha contributo alla constatazione ancora inspiegabile che l‘universo si sta espandendo ad una tasso sempre più veloce.

Ha fornito anche agli astronomi un posto in prima fila nell‘osservazione dello schianto di una cometa su Giove e ha fatto le prime misurazioni dei gas nell‘atmosfera di un pianeta in un altro sistema solare.

La Nasa spera che l‘aggiornamento mantenga Hubble operativo almeno fino al 2014 in modo che possa lavorare in tandem con il suo rimpiazzo, il James Webb Space Telescope.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below