Editore nega di aver proposto a Google acquisto NY Times

mercoledì 13 maggio 2009 10:14
 

NEW YORK (Reuters) - Il consigliere di amministrazione del New York Times Scott Galloway ha detto ieri di non aver contattato il cofondatore di Google Larry Page per cercare di proporre al colosso di Internet l'acquisto del quotidiano.

Galloway ha detto a Reuters di non aver parlato con nessun altro a Google dell'acquisto del Times, negando quanto riportato in una notizia di Fortune.com che lunedì aveva scritto che Galloway aveva fatto un'apertura a Page.

"Non sono mai stato nella stessa stanza con lui ... non c'è stata conversazione telefonica. Nessun dialogo via e-mail ... ci sono stati assolutamente zero contatti tra lui e me", ha detto Galloway a Reuters, riferendosi a Page.

"Rispetto alle notizie secondo le quali ho avuto una conversazione con Larry Page sull'acquisto del New York Times, non è vera".

Galloway è stato uno dei due direttori nominati dal consiglio del Times dall'hedge fund Harbinger Capital Partners LLC, che detiene circa il 20% delle azioni ordinarie della casa editoriale.

 
<p>La sede del New York Times a New York. REUTERS/Gary Hershorn (UNITED STATES)</p>