Mette su Wikipedia frasi false di Jarre, la stampa le riprende

giovedì 7 maggio 2009 11:54
 

DUBLINO (Reuters) - "Quando morirò, nella mia testa suonerà un ultimo valzer", avrebbe detto una volta il compositore francese vincitore di premi Oscar Maurice Jarre, almeno secondo quanto riportato da diversi quotidiani nell'annunciare la sua morte a marzo.

In realtà, uno studente irlandese ha inventato la frase e l'ha pubblicata sul sito internet di Wikipedia, uno scherzo volto a evidenziare i rischi che si corrono fidandosi troppo delle informazioni disponibili sul web.

Shane Fitzgerald, 22 anni, ha inventato frasi attribuite al compositore e le ha inserite su Wikipedia -- un'enciclopedia modificabile dagli utenti -- subito dopo la notizia della morte di Jarre, il 30 marzo.

Lo studente di sociologia ed economia all'Università di Dublino ha detto di essersi aspettato che blog e magari piccoli quotidiani avrebbero usato le citazioni, ma che non pensava che anche testate importanti si affidassero a Wikipedia senza fare ulteriori verifiche.

"Mi sbagliavo. Giornali di qualità in Inghilterra, India, America e addirittura in Australia hanno riportato le mie parole nella notizia sulla morte di Jarre", ha scritto Fitzgerald in un articolo uscito oggi sul quotidiano Irish Times.

Il britannico Guardian ha dovuto correggere il suo necrologio, scrivendo che le citazioni false erano apparse su Wikipedia prima di diffondersi su altri siti web.

"La morale di questa storia non è che i giornalisti devono evitare Wikipedia, ma che non dovrebbero utilizzare le informazioni che vi trovano se non possono risalire ad una fonte primaria affidabile", ha spiegato Siobhain Butterworth, editore del Guardian.

 
<p>Jimmy Wales, presidente e fondatore di Wikipedia, durante una cerimonia. REUTERS/Tobias Schwarz</p>