Microsoft annuncia nuovo taglio di posti di lavoro

mercoledì 6 maggio 2009 10:12
 

SEATTLE (Reuters) - Il gigante dell'informatica Microsoft ha annunciato ieri nuovi licenziamenti, almeno per arrivare a completare il suo piano di taglio di 5.000 posti di lavoro entro il giugno 2010, lasciando però la porta aperta ad altre possibili riduzioni del personale.

"Mentre procediamo, continueremo a monitorare attentamente l'impatto della crisi economica sull'azienda e, se necessario, assumeremo ulteriori iniziative sui costi strutturali, tra cui l'eliminazione di altri posti di lavoro", ha detto l'amministratore delegato di Microsoft Steve Ballmer in una email inviata ieri ai dipendenti.

A gennaio, per far fronte alla riduzione delle vendite e alla recessione negli Usa, Microsoft aveva annunciato un piano per il taglio di 5.000 posti di lavoro, pari a circa il 5% della forza lavoro aziendale, in un anno e mezzo, nel tentativo di risparmiare 1,5 miliardi l'anno.

Microsoft aveva licenziato direttamente alcuni dipendenti a gennaio e ieri ha reso noto che i tagli "sono stati fratti per la gran parte ma non completamente".

 
<p>L'amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer. REUTERS/Christian Charisius (GERMANY)</p>