Stati Ue danno via libera a riforma telecomunicazioni

mercoledì 29 aprile 2009 19:32
 

BRUXELLES (Reuters) - Gli stati dell'Unione Europea hanno dato oggi il via libera alla riforma del settore delle telecomunicazioni dopo aver accettato un accordo all'ultimo minuto che risolve una controversia sull'accesso a Internet. Lo ha annunciato la presidenza ceca dell'Ue.

Gli ambasciatori degli stati membri si sono incontrati per approvare una bozza di accordo sulla riforma con il Parlamento Europeo.

"La presidenza ceca ha portato gli stati membri ad un accordo col Parlamento e ora tocca al Parlamento confermare l'intesa nelle prossime settimane", ha detto un portavoce della presidenza.

"Il successo dei negoziati è ancor più importante vista la crisi economica", ha detto la presidenza.

La battaglia su come fronteggiare gli abusi riguardanti il diritto d'autore è emersa come punto cruciale finale tra stati membri Ue e Parlamento in una riforma che punta a potenziare la concorrenza nel settore e ad abbassare le tariffe per gli utenti.

I punti cardine della riforma comprendono un maggior coordinamento tra normative di telecomunicazione nell'Ue attraverso nuovi organismi di supervisione.

Le autorità nazionali saranno in grado, in circostanze eccezionali, di imporre ai principali operatori di telecomunicazione di separare la gestione quotidiana delle loro reti dai servizi in un tentativo di potenziare la concorrenza.

 
<p>Una modella con cellulare. REUTERS</p>