29 aprile 2009 / 07:11 / 8 anni fa

Internet, gli utenti di Twitter sono poco "fedeli"

<p>L'uso di Twitter via telefonino. REUTERS/Danny Moloshok</p>

SYDNEY (Reuters) - Quelli che oggi sono utenti del sito web di Twitter, probabilmente domani lo abbandoneranno.

E’ quanto emerge da una ricerca sul successo a lungo termine dell‘ultimo famoso social network usato da celebrità come Oprah Winfrey e Britney Spears.

I dati rilevati da Nielsen Online, che misura il traffico su internet, hanno evidenziato che oltre il 60% degli utenti di Twitter ha smesso di usare il social network gratuito un mese dopo l‘iscrizione.

“Il tasso di mantenimento dell‘audience di Twitter, o la percentuale di utenti di un certo mese che ci sono ancora il mese successivo, è di circa il 40%”, ha detto in una nota David Martin, vice presidente di ricerca primaria alla Nielsen Online.

“Per la maggior parte degli ultimi 12 mesi, prima che si iscrivesse Oprah, Twitter è rimasto sotto il 30%”.

Twitter, con sede a San Francisco, è stato creato tre anni fa come un servizio internet in grado di permettere agli utenti di scambiarsi e leggere brevi messaggi da 140 caratteri, che possono essere inviati su computer o su dispositivi mobili.

Ma recentemente è stato investito da un‘ondata di popolarità, da quando celebrità come l‘attore Ashton Kutcher e la conduttrice americana di talk show Oprah Winfrey hanno iniziato a mandare messaggi che possono aggiornare i lettori su notizie dell‘ultima ora o sulle attività mondane del mittente.

Il presidente Usa Barack Obama ha usato Twitter nella sua campagna elettorale dell‘anno scorso e tra gli altri utenti celebri del social network ci sono il giocatore di basket Shaquille O‘Neal e le cantanti Britney Spears e Miley Cyrus.

Twitter, come compagnia privata, non rivela il numero dei propri utenti, ma secondo i dati diffusi da Nielsen Online, il sito web ha registrato 7 milioni di visite a febbraio di quest‘anno contro le 475.000 di febbraio dell‘anno scorso.

Ma Martin ha sottolineato che un tasso di mantenimento del 40% limiterà la crescita del sito.

“Semplicemente ad un certo punto non ci saranno abbastanza nuovi utenti per controbilanciare quelli che abbandonano il sito”, ha spiegato.

Martin ha detto che Facebook e MySpace, siti di social network più affermati, hanno tassi di mantenimento degli utenti pari a circa il doppio rispetto a Twitter.

Entrambi hanno circa il 70% di utenti che rimangono di mese in mese e Facebook ha circa 200 milioni di iscritti.

“Twitter è cresciuto molto rapidamente negli ultimi mesi, ma non sarà in grado di sostenere una crescita stabile se non alzerà il livello di fedeltà degli utenti”, ha detto Martin.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below