Tiscali tratta con Carphone per cessione asset Uk

venerdì 24 aprile 2009 15:16
 

MILANO/LONDRA (Reuters) - Tiscali ha annunciato oggi l'esistenza di trattative per la cessione della controllata britannica e una fonte vicina al dossier ha confermato indiscrezioni stampa secondo le quali l'interlocutore sarebbe Carphone Warehouse.

Senza fare nomi, Tiscali ha comunicato in una nota che "conferma l'esistenza di trattative per la cessione delle proprie attività nel Regno Unito", precisando che queste ultime "si svolgono contestualmente al processo di rinegoziazione del debito bancario".

La nota è stata diffusa dopo che oggi un giornale ha scritto che un'offerta vincolante di Carphone, terzo maggiore operatore di banda larga nel Regno Unito, sarebbe in arrivo entro fine mese, spingendo il titolo in forte rialzo in borsa. Carphone non ha voluto commentare le voci stampa.

Tiscali, che a fine 2008 aveva un indebitamento netto per circa 600 milioni di euro, sta rinegoziando con le banche creditrici una nuova struttura dell'indebitamento dopo aver sospeso i pagamenti previsti nell'ambito di contratti di finanziamento e non aver rimborsato quote di capitale e interesse per 35 milioni in scadenza a fine marzo.

Il gruppo ha ottenuto un periodo di "standstill" fino al 30 giugno e le banche si sono rese disponibili a estenderlo fino alla fine dell'anno. Ma il revisore a metà aprile ha dichiarato di non essere in grado di esprimere un giudizio sul bilancio 2008.

Secondo due diverse fonti di mercato, Tiscali starebbe cercando di rilanciare la vendita del business nel Regno Unito dopo che sono sfumate le trattative con il gruppo di pay-tv BSkyB.

Ma per gli analisti la crisi economica ha penalizzato le valutazioni e adesso la cessione della controllata britannica frutterebbe molto meno dei 500 milioni di sterline di cui parlava il mercato l'anno scorso.

"Dopo che Tiscali ha violato i covenant sul debito, le banche hanno molto più potere per spingere la vendita", ha detto un analista che ha chiesto di restare anonimo.

Intorno alle 15 il titolo Tiscali balza del 21% a 0,387 euro ma resta ben lontano dal massimo annuo di gennaio a 0,79.

 
<p>Una tastiera di un telefono in una foto d'archivio. REUTERS/Tim Wimborne</p>