Videogiochi, vendite in Usa scendono del 17% a marzo, dice Npd

venerdì 17 aprile 2009 09:42
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Le vendite di videogiochi negli Stati Uniti sono scese del 17% a marzo a 1,43 miliardi di dollari, secondo quanto riferito dal gruppo di ricerche Npd, in un dato significativo visto che finora questo settore non aveva mostrato segnali di difficoltà alla luce della crisi globale.

Le vendite di software per videogiochi sono scese del 17% a 792,8 milioni il mese scorso, mentre quelle di hardware hanno subìto un calo del 18% a 455,6 milioni.

Secondo gli analisti le proporzioni del calo sono sì sorprendenti ma è anche un po' fuorviante fare paragoni con il marzo dello scorso anno, mese in cui è stato lanciato "Super Smash Bros. Brawl".

"Il marzo 2008 è stato eccezionale", ha commentato Wedbush Morgan, analista di Michael Pachter.

Tuttavia, Morgan ha detto che i dati evidenziano una certa debolezza nel mercato e che si aspetta vendite deboli per aprile.

Npd attribuisce inoltre una parte del calo al fatto che lo scorso anno Pasqua si festeggiava a marzo, il che aveva fatto aumentare gli acquisti.

Per quanto riguarda il primo trimestre del 2009 nel complesso, le vendite di videogame hanno raggiunto quota 4,25 miliardi di dollari.

 
<p>Videogiochi, vendite in Usa scendono del 17% a marzo, dice Npd. REUTERS/Mario Anzuoni</p>