Microsoft condannata a pagare 388 milioni dollari per brevetto

giovedì 9 aprile 2009 09:36
 

NEW YORK (Reuters) - Microsoft è stata condannata a pagare 388 milioni di dollari di danni per aver violato il brevetto del produttore di software anti-pirateria Uniloc.

Microsoft, il più grande produttore al mondo di software, ha detto di essere delusa dal verdetto e ha in programma di fare appello.

Secondo la giuria del tribunale federale di Rhode Island, Microsoft ha violato il brevetto di Uniloc che genera identità uniche per utenti licenziatari e previene l'uso non autorizzato di programmi o la possibilità di copiarli.

"Crediamo di non aver violato, che il brevetto non sia valido e che questa somma per i danni sia insostenibile legalmente e praticamente", ha detto un portavoce di Microsoft. "Chiederemo alla corte di ribaltare il verdetto".

Uniloc Usa e la sua casa madre di Singapore avevano fatto causa a Microsoft nel 2003, sostenendo che Microsoft ha violato il loro brevetto usando un software che previene l'uso non autorizzato del sistema operativo Windows XP e di parte dei prodotti Office.

Il processo è iniziato a marzo e i danni riconosciuti sono i più alti per quanto riguarda casi sui brevetti.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Rick Wilking (UNITED STATES)</p>