Web, Ue minaccia azioni per tutelare privacy utenti

lunedì 30 marzo 2009 20:42
 

BRUXELLES (Reuters) - Alcune aziende che operano su Internet stanno abusando dei dati personali degli utenti e non si può più continuare così, secondo quanto riferirà domani un alto funzionario dell'Unione Europea.

Il commissario per i Consumatori, Meglena Kuneva, in un discorso il cui testo è stato ottenuto da Reuters in anteprima, minaccerà l'intervento dell'Ue per fissare regole più rigide su come vengono raccolti, analizzati e condivisi i dati personali degli utenti di Internet da parte di motori di ricerca e fornitori di servizi.

"L'attuale situazione per quanto riguarda privacy, profili e il modo in cui si viene bersagliati non è soddisfacente. I diritti di base dell'utente per quanto riguarda trasparenza, controllo e rischio vengono violati, non si può continuare così", dirà il commissario nel discorso di domani.

I colossi della ricerca su Internet e i fornitori di servizi sono finiti sotto la lente dei funzionari europei per la protezione dei dati che li hanno sollecitati a fare di più per tutelare la privacy degli utenti di Internet.

Google, Yahoo, Microsoft e altri ancora hanno annunciato provvedimenti a tutela dei dati degli utenti, per ridurre il periodo di tempo in cui conservare i dati sulle abitudini degli internauti e per consentire agli utenti la possibilità di rifiutare di ricevere pubblicità.

Il mercato della pubblicità su Internet è cresciuto rapidamente negli ultimi anni, e i marchi sperano che si sviluppi ulteriormente fornendo all'utente annunci pubblicitari collegati alle loro abitudini di ricerca.