30 marzo 2009 / 14:11 / 8 anni fa

Le nuove tecnologie in soccorso alle start-up del web

di David Lawsky

SAN FRANCISCO (Reuters) - Gli imprenditori del web stanno costantemente abbracciando nuove tecnologie, dal "cloud computing" a nuovi linguaggi informatici nel tentativo di abbattere i costi mentre gli investitori spariscono per via della recessione.

Investitori e imprenditori dicono che cloud computing (aggregazione di più macchine per potenziarne le capacità), linguaggi di programmi nuovi e gratuiti, software open source ed uso di Internet per distribuire e pubblicizzare prodotti hanno reso relativamente poco costoso lanciare una nuova azienda e consentirà alle startup di tirarsi fuori dalla morsa dei creditori e dalla recessione.

"Quello di cui si parla è la vita o la morte", ha detto Drew Clark, direttore strategia per il gruppo di Ibm che si occupa di venture capital a margine di una conferenza.

Gli investimenti di venture capital sono precipitati del 71% in gennaio e non si prevede che recuperino molto nel 2009.

"Per le migliori di queste aziende, questa sarà la differenza. Fosse accaduto tre anni fa, sarebbero svanite", dice Clark, aggiungendo che Ibm sostiene l'open source.

Un'innovazione di cui si parla molto è quella del cloud computing, usare il web per accedere a programmi e dati di centri informatici lontani. Cosa che ha reso non necessari costosi investimenti a lungo termine di capitale e archivi. Persistenti preoccupazioni sulla sicurezza di dati custoditi da server lontani e dipendenza da sistemi esterni sono state oscurate dia vantaggi economici, dicono gli imprenditori.

"In 2005 avevamo bisogno di 10-20 volte più soldi che oggi", dice James Siminoff, amministratore delegato di Grid.com e Simulscribe, che trasformano i messaggi telefonici in testo. Facendo capire che quella situazione provocava lo sperpero di alcuni buoni talenti.

UN'ORA E 50 DOLLARI

Un decennio fa, Michael Eisenberg, general partner con Benchmark Capital in Israele, ricorda che dovette pagare 10mila dollari per ogni server di Sun Microsystems .

"Oggi se voglio iniziare mi ci vuole un'ora e 50 dollari e posso impegnare le mie capacità nei servizi web di Amazon da ogni posto nel mondo", dice Eisenberg.

Alcune aziende mature come Delve Networks stanno capitalizzando su questa tendenza, facendo pagare ai clienti oltre 250 dollari al mese per ospitare video sui loro siti web. Delve ha in proprietà poco più dei personal computer usati dia suoi 20 dipendenti.

I tempi sono cruciali per le start-ups perchè consumano contante quotidianamente. Da qui la nascita di linguaggi di programmi snelli come il successo di quest'anno, Ruby.

Ruby è un linguaggio gratuito e open-source che il capo della tecnologia di Siminoff, Mark Dillon, dice essere così conciso che riesce a fare con tre righe di codice quel che Java, un codice più vecchio, fa in 25. Questo velocizza la revisione dei programmi.

Le aziende si sono convertite all'offerta di open source software gratuito, una benedizione per start-up a corto' di soldi. Sun Microsystems, Ibm ed altre cedono software per attirare sviluppatori e guadagnare contratti.

Alla fine, il marketing su Internet permette alle start-up di pubblicizzare i loro prodotti ad un prezzo che è una frazione di quello che è il costo di una campagna tradizionale.

"Ci sono tutti questi luoghi comuni sulle aziende che fanno presumere siano cose grosse e costose", dice il guru della start-up di Silicon Valley start-up Paul Graham, la cui "Y Combinator" investe da 10.000 a 20.000 dollari in start-up veloci ed ultraeconomiche. "Semplicemente, non è più vero".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below